domenica 2 settembre 2012

“Mio caro, niente di quello che ho sentito di Venezia può evocare la sua magnifica e stupenda realtà. Le immagini più fantastiche delle Mille e una notte non sono nulla in confronto a Piazza San Marco e all’impressione che si prova una volta entrati nella chiesa. La reale magnificenza di Venezia va oltre la più stravagante fantasia di un sognatore. L’oppio non riuscirebbe a creare il sogno di un luogo simile, e nessuna suggestione potrebbe creare le sembianze altrettanto incantevoli. Tutto quello che avevo sentito, letto o fantasticato su Venezia è lontano mille miglia. Sai che quando le aspettative sono alte tendo a restare deluso, ma Venezia è superlativa, è oltre, è al di fuori dell’immaginazione umana. Non è mai stata considerata a sufficienza. Solo a vederla piangeresti”

(Charles Dickens, novembre 1844)

2 commenti:

  1. Bella!
    Ho trovato una citazione anch'io. Te la regalo.
    "La settimana che passammo a Venezia fu triste, malgrado l'incantesimo della città, malgrado il languore dolcissimo ch'essa infiltra sin nelle vene dei più disperati."
    (Sibilla Aleramo, Una donna)

    RispondiElimina
  2. Beissima anca questa. Grassie! ;)

    RispondiElimina